La polizia della Malaysia ha arrestato quattro turisti stranieri (due canadesi, un inglese e un olandese), secondo le autorità del posto si erano denudati sul monte Kinabalu, considerato una montagna sacra, poco prima del sisma che giorni fa ha causato 18 morti. Un caso che rischia di creare incrinature nei rapporti internazionali tra il governo malesiano e i paesi dei turisti coinvolti. I reati per i quali sono accusati sono motivati con l’oltraggio al pudore, dopo che il gruppo aveva pubblicato le  le foto sul web. Gli abitanti del luogo hanno accusato il gruppo, con il loro svestimento, di aver irritato gli spiriti tribali. Dovranno intanto pagare una multa al capo della tribù dei Kadazan Dusun: “Servono dieci bufali che serviranno a placare le ire dei guardiani della montagna”, i tutisti rischiamo fino a tre mesi di carcere