Si è ucciso a Todi Maurizio Foglietti, pilota dell’Alitalia che era stato sospeso dopo essere stato denunciato a piede libero per avere sparato alcuni colpi di pistola contro una parete dopo una lite in casa. Secondo le prime informazioni si sarebbe impiccato. Su quanto successo sono in corso accertamenti da parte dei carabinieri. Foglietti era considerato pilota particolarmente esperto. Era stato tra l’altro comandante del volo di linea con il quale il 14 febbraio il presidente della Repubblica Sergio Mattarella aveva raggiunto Palermo da Roma per una visita privata.

La lite al termine della quale aveva sparato risale invece alla sera di Pasqua. Quanto successo era stato subito segnalato dalla procura di Spoleto, competente per territorio, all’Alitalia che aveva sospeso il pilota. Il quale in quel momento non era comunque già impegnato in servizi di comando e di volo.

Gli episodi di cronaca che riguardarono Foglietti ebbero notevole spazio sui giornali anche perché da poco era avvenuta la tragedia della Germanwings. Su questo interviene peraltro il deputato del Pd Michele Anzaldi con un tweet: “Dopo caso Germanwings non è cambiato nulla. Easa ripristini subito obbligo visita annuale psicoattitudinale”.