“Renzi non ha tolto il patto di stabilità per la messa in sicurezza del territorio, per i disabili e le scuole, ma lo elimina per i clandestini“. Così, dopo le minacce del giorno prima, il presidente della regione Lombardia Roberto Maroni è tornato sul tema della gestione dei profughi, proponendo di voler fare “il contrario” di quanto ha annunciato il premier. “La Regione dà 250 milioni di euro ai Comuni, quindi potremmo fare l’opposto di Renzi. Voglio utilizzare questi fondi per premiare chi rifiuta di prendere i clandestini. E’ lo stesso meccanismo, perché il presidente del consiglio può farlo e io no?”  di Francesca Martelli