Ce ne hanno dette di tutti i colori. Addirittura a Renzi e Orfini hanno arrestato 5 esponenti del Pd e se la prendono con noi che abbiamo zero indagati e zero arrestati. Adesso ce la dobbiamo vedere anche con Dio”. E’ l’ironico commento del deputato M5S, Luigi Di Maio, ai microfoni di 24 Mattino, su Radio 24, circa l’intervista rilasciata dal vescovo di Ferrara, monsignor Luigi Negri, al Messaggero. Secondo il religioso, infatti, il M5S è eretico, perché basato su libri di Casaleggio che parificano l’uomo a Dio. Pertanto, dovrebbe essere vietato dare la comunione agli aderenti al movimento. Il vicepresidente della Camera si esprime sullo scandalo Mafia Capitale: “Noi del M5S chiediamo le dimissioni del sindaco Ignazio Marino, perché la sua giunta non è più in grado di poter amministrare Roma in maniera serena. Marino è stato eletto sindaco anche col voto di tanti tra quelli arrestati. E questo Pd di Renzi non è in grado di dividere i buoni dai cattivi, tanto è vero che Orfini ha sostenuto fino alla fine Tassone, anche lui arrestato e difeso pure da Marino fino a qualche tempo fa”. E aggiunge: “Nessuno mi dice che Marino abbia il polso della situazione. Vorrei chiedere ad esempio ai tassisti se si sentono sereni del fatto che durante un evento così importante come il Giubileo Marino amministri Roma. Renzi e Marino continuano a dire che è una situazione ereditata dal passato. E’ sbagliato. Coratti e tutti gli altri arrestati in mafia capitale non facevano parte della giunta Alemanno, o di quelle passate di Veltroni e di Rutelli”. Di Maio si esprime anche sul caso De Luca: “E’ del tutto simile al caso Marino e a quello del Pd di Renzi, che oggi ha 50 tra indagati e arrestati. Io non ho niente contro De Luca, che fa politica da 30 anni, prende il vitalizio, ha avuto stipendi da ministro, si muove con l’auto blu. E’ uno dei tanti di questa classe politica. Ma c’è una legge, che è la legge Severino, che dice che De Luca deve essere sospeso per legge, appena proclamato. La legge in questo Paese vale per tutti o no? La legge deve essere rispettata solo dai poveri cristi? Se la legge non viene rispettata da costoro, allora i cittadini potrebbero prendersi la libertà di non rispettare, ad esempio, le cartelle esattoriali di Equitalia” di Gisella Ruccia