La Regione Emilia Romagna ha avviato le procedure per costituirsi parte civile nel processo ‘Aemilia’ sulle infiltrazioni della criminalità organizzata e in particolare della ‘Ndrangheta nel territorio emiliano. Lo ha anticipato questo pomeriggio l’assessore alla Legalità, Massimo Mezzetti, durante la discussione sul progetto di legge di modifica della legge regionale contro le mafie, la diffusione della cultura della legalità e la prevenzione del radicamento del crimine organizzato, in commissione Bilancio, affari generali e istituzionali.

“Questa scelta – ha commentato Mezzetti – è la dimostrazione della determinazione che abbiamo nell’andare fino in fondo nella lotta alla criminalità organizzata”.