‘Ce la farai’; ‘sei così giovane’; ‘ma…sembri così in forma!‘”. Non ci sono parole ‘giuste’ da dire a chi è affetto da cancro metastatico al seno. La texana Holley Kitchen, a cui a 39 anni hanno diagnosticato un cancro al seno, cerca di far capire però, attraverso un video diventato virale quali sono le espressioni ‘insopportabili‘ per un malato. Madre di due figli, dopo un anno Holley pensava di aver sconfitto la malattia, quando le hanno diagnosticato un cancro al quarto stadio con metastasi nella spina dorsale e nelle ossa. Un male incurabile: a Holley rimangono solo 26 mesi di vita. Così di fronte alla telecamera, armata di cartoncini cerca di ‘istruire’ chi le è intorno: “A una persona malata – scrive Hollie – non piace sentire frasi come ‘lo sconfiggerai’, ‘sarà perché non ti sei presa abbastanza cura di te stessa’, ‘hai provato questa cura?’” O addirittura: “Anche mia nonna ce l’aveva, è morta, è stato terribile’ o ‘Hanno la cura per il cancro, ma la tengono segreta per fare soldi’”. Ciò che è più insopportabile, però, è la frase ‘Continua a combattere‘ sostiene Holley roteando gli occhi e mostrando subito dopo un cartello con su scritto: ‘ecco per chi combatto ogni giorno’ e la foto della sua famiglia. “A volte va bene anche non dire nulla – spiega –, ma solo ‘prego per te’…ma veramente”. “Siamo più di un fiocchetto rosa e io non voglio far vergognare nessuno ma solo istruire”, conclude la donna, chiedendo poi di diffondere il suo video e di visitare i siti www.mbcn.org e www.breastcancer.org (video tratto dalla pagina facebook di Holley Kitchen, collaborazione di Chiara Carbone e Samuele Orini)