Ammazza quanto stamo messi male! Mo davero nessuno se po’ tirà fori. Mo dice che ce stava uno, de etnia italiana, che se magnava li sordi de li profughi, che quelli so de etnia varia. Dice che n’antro, sempre de etnia italiana, che c’aveva amici pure de etnia zingara, se magnaveno Roma!

Mo c’è quello daa lega, che è de etnia der norde, che dice che li sordi pe li profughi de etnia varia nun je li dovemo più dà, che li barconi li dovemo caccià e che li zingari, che so de etnia zingara, je dovemo brucià le baracche… ma dico io, se li sordi pe li profughi de etnia varia sii i so magnati li politici de etnia italiana co li mafiosi de etnia der sud, famose ridà li sordi da loro, no?
Tocca che se damo na svejata!

Poi dice che alla ggente je rode’r culo! E te credo! A quello daa lega de etnia der norde je vorrei di’ che nun so sti poracci de etnia varia che ce rubbeno li sordi, ma è tutto’n sistema de magna magna de etnia italiana, sia der sud che der norde.

Poi è chiaro che quanno due de etnia zingara, t’ammazzeno na donna de etnia d’ee Filippine e te ferisce n’antri otto de etnie varie, perché staveno a guidà ‘mbriachi, te rode’r culo, ma si se mettemo a ffà a guera tra de noi, che poi semo tutti poracci, finimo pure peggio!

Quello che dico io, che so de etnia de Roma, è che se dovemo dà na regolata, e mettece le persone oneste de etnia italiana a governà a situazione! Che come diceva Don Gallo, che era de etnia de Genova, “l’indifferenza è l’ottavo vizio capitale”e a me pare che de indifferenza dentro alla politica ce n’è stata pure troppa no?!

E mo ve lascio che devo annà a pia mi fijo a scola co n’amichetto suo, che dice che è de etnia che l’hanno adottato.