Un 70enne di Brescia e un farmacista di 30 anni di Vicenza, che si trovava in viaggio di nozze con la moglie, sono i due passeggeri vittime dello schianto avvenuto in Pennsylvania il 3 giugno, dove un bus che trasportava 14 turisti italiani e una guida è stato travolto da un tir. Nello schianto ha perso la vita anche il conducente, l’americano Alfredo TelemacoRino Guerra, pensionato che viveva a Rivoltella di Desenzano, era negli Stati Uniti con la compagna, rimasta gravemente ferita nello schianto.

Il farmacista di Vicenza Marco Fornasetti, invece, si era sposato sabato 30 maggio ed era in viaggio di nozze con la moglie, Elena Ovedani. La donna è rimasta ferita al bacino e alla testa, ma non è in pericolo di vita. I due da New York avevano deciso di fare tappa alle cascate del Niagara, meta tra le più ambite per i neo sposi.

Viaggidea, la controllata del gruppo Alpitour che ha organizzato il tour, ha riferito che quattro delle persone coinvolte nell’incidente sono ancora ricoverate in due diversi ospedali americani, mentre otto feriti sono stati già curati e dimessi.

I feriti sono stati portati in tre cliniche. Otto di loro sono stati trasferiti al Pocono Medical Center, due al Gensinger di Wilkes-Barre, mentre quattro sono stati trasferiti al Leigh Hospital di Allentown. Dopo le prime cure e i primi accertamenti otto persone sono state dimesse e immediatamente trasferite in un albergo. Il personale locale della Viaggidea si è immediatamente recato sul luogo dell’incidente per fornire la massima assistenza.

Viaggidea è in contatto con le autorità sanitarie e con il Consolato italiano negli Stati Uniti per avere aggiornamenti sulle condizioni dei feriti e i tempi di dimissioni e ha costituito una Unità di Crisi a Milano.

Una delle vittime era in viaggio di nozze – “Marco non c’è più”, ha detto Elena Ovedani in una telefonata a casa dei genitori del marito. I due si erano sposati sabato 30 maggio ed erano poi partiti per il viaggio di nozze verso gli Stati Uniti. “Un ragazzo fuori dal comune, bravissimo”, è il ricordo commosso della titolare della farmacia dove il giovane lavorava, in centro a Vicenza. Anche la moglie è farmacista ma lavora in un’altra farmacia cittadina. I due sposi si conoscevano da anni e si erano laureati lo stesso giorno.