“Lo spread tra De Luca e Caldoro alle urne in Campania è di 67mila voti. E 100mila sono i voti presi da uno solo degli impresentabili eletti. Ecco perché il Pd attacca la commissione Antimafia piuttosto che le persone coinvolte nei processi”. Lo dice il vicepresidente della Camera Luigi Di Maio, membro del direttorio M5S, in conferenza stampa a Montecitorio. “Il M5S – ha proseguito Di Maio – chiederà alla commissione Antimafia la lista degli impresentabili di Camera e Senato, ovvero delle persone sotto processo o coinvolte per reati legati alla mafia tra gli eletti di questo paese, ma anche dei consiglieri regionali già eletti. Una lista a 360 gradi, che – conclude –  riguardi chiunque sia stato eletto con voto popolare”  di Manolo Lanaro