I lavoratori della Roma Multiservizi che da mesi chiedono garanzie occupazionali al Comune di Roma, che ha il 51 per cento della società tramite l’Ama, da una decina di giorni avevano occupato l’Aula consiliare del Campidoglio. Oggi, mentre pranzavano alla buvette di Palazzo Senatorio, si sono visti chiudere gli accessi all’Aula dai vigili e recapitare fuori borse e zaini. “Sgomberati? Ci hanno sequestrati in pochi metri quadri fuori dall’aula Giulio Cesare”, spiega una delle lavoratrici in un video postato in rete. “Ci hanno pure spento l’aria condizionata e un collega si è sentito male. Anche l’accesso ai bagni è stato bloccato”, continua. I lavoratori si dicono intenzionati a non lasciare il palazzo, in attesa della seduta di domani. Dipendenti di un’azienda “in attivo da dieci anni e con 3600 dipendenti”, chiedono al sindaco Marino una garanzia per il loro posto di lavoro: “Ma Marino non si degna nemmeno di incontrarci”