È morto all’età di 72 anni Claudio Angelini. Il giornalista, storico volto della Rai, si è spento a New York martedì 2 giugno a causa di una malattia che lo aveva colpito di recente. L’annuncio è stato dato dalla moglie, Olga Cortese.

Angelini era presidente della Società Dante Alighieri a New York, un’istituzione che si occupa di tutelare la lingua e la cultura italiana nel mondo. Era anche presidente emerito della Rai Corporation. Viveva a New York dal 1997 e nella città americana è stato capo della sede Rai e responsabile dell’ufficio di corrispondenza dei telegiornali. A Roma invece, è stato direttore dei giornali radio Rai, vicedirettore e presentatore del Tg1 e curatore di varie trasmissioni culturali.

Non solo televisione e radio, Angelini era uno scrittore. Oltre ad essere stato autore di diversi libri, era anche il promotore del Premio Capri, uno degli eventi letterari e culturali più importanti dell’isola in provincia di Napoli. In questi giorni stava preparando l’edizione 2015. Si è anche occupato della composizione di alcune ballate musicali, raccolte nel 1982 in un disco dal titolo Ed eccomi qua…nel giardino delle meraviglie.