La Lazio rischia di non giocare i preliminari di Champions League. Il 2 giugno la Federbet, organizzazione che si batte contro le scommesse illegali, ha presentato al parlamento europeo il rapporto del 2015. Secondo espresso.it Francesco Baranca, segretario generale dell’oganizzazione, ha affermato che “la Lazio rischia l’esclusione dalle Coppe” europee perché Hristiyan Ilievski, meglio conosciuto come il capo degli ‘zingari’, ha deciso di tornare in Italia e di collaborare con i magistrati di Cremona. L’inchiesta del 2011 potrebbe quindi essere riaperta. In tutto sono state denunciate oltre 50 partite truccate in Europa, tra preliminari di Europa League, campionato svedese, 4 incontri del Catania in Serie B e altri 8 tra Lega Pro e Coppa di Lega Pro.

Ilievski è stato l’uomo chiave dell’inchiesta della Procura di Cremona del 2011, che ha portato alle sentenze della giustizia sportiva del 2013: nove mesi di squalifica per Stefano Mauri, capitano della Lazio, per omessa denuncia della combine di due match di Serie A, Lazio-Genoa e Lecce-Lazio, del 2011. Pena poi ridotta a sei mesi dal Tribunale nazionale di arbitrato per lo sport. In entrambi i casi, il tribunale sportivo assolveva la Lazio da qualsiasi responsabilità oggettiva verso quanto fatto dal suo tesserato, ma la società veniva comunque obbligata a pagare una multa di 40 mila euro per Lecce-Lazio.

“Ora le cose potrebbero cambiare – spiega Baranca sull’espresso.it – se il tribunale sportivo deciderà, sulle evidenze raccolte dai pm di Cremona, di procedere ad una revisione del processo esiste la seria possibilità che la Lazio non venga ammessa alle prossime competizioni europee”. Tutto dipende dalla responsabilità oggettiva. “Se i giudici dovessero riscontrare la responsabilità oggettiva della Lazio per la partita con il Genoa, allora scatterebbe la sanzione”.

In questo caso la squadra incorrerebbe in una penalizzazione in campionato e non potrebbe essere iscritta alle competizioni europee, come prevedono le regole dell’Uefa. Se così fosse, la Fiorentina, 4° in campionato, prenderebbe il posto della Lazio e andrebbe a giocarsi l’accesso alla Champions League. Allo stesso modo, l’Inter parteciperebbe ai preliminari di Europa League vista anche la squalifica del Genoa.