“Quello conseguito dal Movimento 5 stelle è un risultato clamoroso, perché entreranno decine di nostri consiglieri regionali che toglieranno la sedia a chi stava lì da vent’anni e si taglieranno di oltre la metà gli stipendi per far ripartire i posti di lavoro“. Lo ha detto Luigi Di Maio, deputato 5 Stelle e vicepresidente della Camera, a ‘Quinta colonna’ (Rete 4). Durante l’intervista con Paolo Del Debbio, Di Maio ha anche raccontato un aneddoto relativo all’attivazione del microcredito, il fondo dedicato alle Pmi e creato dai parlamentari 5 stelle con il taglio del loro stipendio. “L’altro giorno – ha detto Di Maio – ho conosciuto la prima imprenditrice che ha usufruito del fondo e che mi ha confessato di non aver mai votato M5S. Solo con lo stipendio di 140 parlamentari del Movimento – ha concluso Di Maio – abbiamo fatto ripartire 8000 imprese e creato potenzialmente 16mila posti di lavoro”