Addosso la maglietta “ruspe in azione“, giusto per ricordare che la Lega è quella roba lì. Poi venti minuti di conferenza stampa per sottolineare i meriti di una campagna elettorale combattuta sul territorio, in antitesi alla politica renziana. Matteo Salvini è soddisfatto, felice, sente di poter dare l’assalto finale al centrodestra: “Berlusconi è una persona intelligente, i numeri li sa leggere. Per lui le porte sono spalancate”. Convinto che Renzi troverà mille scuse per non ammettere la sconfitta, ma che dovrà fare i conti con un centrodestra a trazione leghista, in evidente rimonta  di Alessandro Madron