“La protesta è stata sospesa e la maratona elettorale di La7 andrà regolarmente in onda”. Enrico Mentana ha assicurato all’agenzia Adnkronos che la puntata speciale sulle elezioni andrà in onda. Nelle scorse ore era stato infatti annunciato uno sciopero dei tecnici dell’emittente e il giornalista aveva scritto una lettera ai colleghi del suo telegiornale minacciando le proprie dimissioni nel caso la diretta fosse saltata.

“Se non andrà in onda”, si legge nella lettera, “da domani non sarò più il direttore del tg de La7. Non per capriccio o per minaccia, ma per la mera constatazione che con l’assenza dalla scena in queste 48 ore noi abdicheremmo platealmente e inescusabilmente al nostro ruolo, perdendo in un sol colpo tutta la reputazione conquistata in cinque anni di lavoro durissimo in cui ci siamo imposti come la tv della realtà, della diretta, dell’informazione pulita”.

Confermato dunque il palinsesto ‘elettorale’ dell’emittente, con lo stesso Mentana alla conduzione, dalle 22,10, della ‘Maratona elezioni regionali‘ che proporrà alle 23, “saremo gli unici a farli”, rivendica il direttore , gli exit poll della Emg con, a metterci la faccia, il suo direttore generale Fabrizio Masia. Alle 24 arriveranno le prime proiezioni. La diretta proseguirà ininterrottamente nella notte, aggiornando dati ufficiali e proiezioni, fino a saldarsi con i programmi informativi, anche quelli in diretta, del mattino dopo. Gli approfondimenti sull’esito saranno poi affidati ai programmi di informazione della serata di lunedì.