“Io sono solo un contadino. Dopo l’udienza privata con Papa Francesco, Josè “Pepe” Mujica, l’ex presidente dell’Uruguay, ha presentato a Roma il presenta il suo libro “La felicita’ al potere” e ha lanciato il suo messaggio di speranza ai giovani: “Unitevi per salvare l’umanità, non saranno gli sforzi di un franco tiratore che possono cambiare i destini della società, ma sono gli sforzi delle masse, che devono arrivare nei cortili delle università, nei sindacati, per le strade: senza lo sforzo del popolo non si può cambiare la realtà”. Durante l’affollata presentazione del libro nell’Hotel Columbus, c’è anche lo spazio per un divertente siparietto con la giornalista e conduttrice di Report (Rai Tre), Milena Gabanelli .Per Mujica bisogna combattere “la cattiva globalizzazione attraverso l’introduzione di un orario di lavoro mondiale – ed aggiunge – i migliori lavoratori devono lavorare per uno Stato forte ed efficiente, altrimenti ci governa il mercato e saremo sempre nelle mani delle multinazionali. Sò di sembrar reazionario – conclude Josè  Mujica – ma reazionaria è la storia”. “Oggi qui avrebbero dovuto esserci i rappresentanti del Governo italiano ad ascoltare le parole di Mujica”, ha concluso tra gli applausi lo scrittore Roberto Saviano  di Manolo Lanaro