Continuano le ricerche, da parte delle forze dell’ordine, dei due nomadi che, mercoledì sera, nel quartiere romano di Boccea, a bordo di una auto, hanno travolto nove persone, una delle quali, una donna filippina di 44 anni, è deceduta. Ieri sera, a “Dalla vostra parte”, il talk show di approfondimento politico condotto da Paolo Del Debbio, su Rete 4, è stato ospite Bato Halilovic, padre di Antony, il minorenne fuggiasco. Il rom, in collegamento dalla sua baracca nel campo nomadi della Monachina, ha negato ogni responsabilità del figlio e della sua compagna, autoaccusandosi della strage, tra mille contraddizioni e dubbie affermazioni. Del Debbio non ha nascosto la sua stizza per le parole di Bato, che ha esordito: “Ero io alla guida dell’auto, volevo andare verso Monte Mario, mi sono fermato in 2 o 3 bar, come fanno gli zingari e i rom, che fanno festa. Ero un po’ ubriaco”. L’uomo in stato catatonico ha interrotto spesso il suo racconto con silenzi prolungati e domande al conduttore dl tipo: “Mi sente?”. “Sì, purtroppo sento tutto”, ha replicato Del Debbio. Bato poi, in evidente stato di ebbrezza, ha aggiunto: “Mi dispiace per il casino che ho fatto. Pure io sto male, ho il pacemaker e ho problemi al cuore, ai polmoni, ai reni“. “Invece la signora filippina è morta”, ha ribattuto il giornalista. Sempre più contrariato, Del Debbio ha chiesto all’uomo dove si trovasse il figlio. E Bato ha sfornato spiegazioni contraddittorie: “Non lo so, perché, quando mi sono girato… mia nuora stava davanti con me, anzi no, stava dietro. E mio figlio stava accanto a me. E’ scappato. Forse è stato arrestato, non so“. “No, suo figlio non si fa trovare”, ha puntualizzato Del Debbio. Dopo diversi minuti, il padre di Antony ha affermato che il figlio nel pomeriggio si era recato nel campo rom, ma non l’ha incontrato perché non c’era. La linea viene poi data ad alcuni residenti di Primavalle e, durante il dibattito, Bato Halilovic è stato inquadrato mentre sonnecchiava sulla sua poltrona. Quando viene rinnovato il collegamento col campo rom, Del Debbio non è riuscito a trattenere il suo contrariamento e ha chiesto all’inviato Fusco: “Si è svegliato il nostro?“. Ancora una volta, Bato ha reso dichiarazioni improbabili, alle quali il conduttore ha replicato: “Vedo che sono ancora evidenti i segni della sbronza dell’altra sera” di Gisella Ruccia