Ormai il caso De Luca è emblematico. E su questo aspetto le responsabilità sono tutte politiche. Non è tollerabile interpretare la legge ogni volta a propria convenienza. Ora la Cassazione ha riconosciuto in capo ai giudici ordinari la competenza riguardo l’applicazione della Legge Severino. E anche in questo caso il buon De Luca fa spallucce. Per lui non cambia nulla. Ma il problema continua ad essere alla radice.

Un minuto dopo la eventuale elezione di De Luca a Presidente della Regione Campania verrebbe sospeso dalla sua carica. Questo prevede la legge italiana. Tutto il resto è vergognoso.

Ed è ancora più ignobile sentire oggi le sue dichiarazioni in cui afferma che a suo dire Matteo Renzi avrebbe detto: “ha chiaramente definito la Severino un problema superabile, confermando che chi viene scelto dai cittadini, con un voto democratico, potrà tranquillamente governare”. Insomma frasi stile berlusconiano: credere che i voti e il consenso possano superare eventuali leggi anche di carattere penale. Ossia sono eletto e nulla mi può essere contestato. Sono impunibile.

Brutta vicenda, caro Renzi. E la colpa di Renzi sta proprio in questo: aver lasciato che questa situazione degenerasse. De Luca di certo non rappresenta la famosa rottamazione. Rievoca una stantia rivisitazione del pessimo berlusconismo italico. Se per vincere si deve arrivare a tanto non si tratta di certo di un cambiamento. Ma solo di una semplice bandierina o falso cambio di persona al potere. Anche perché, poi, vai a vedere le liste in Campania e le persone sono sempre le stesse. Non si cambia verso così. E di certo non si da un buon esempio o diverso modo di pensare.

A poco serve fare leggi se poi si dice che se si ha il consenso queste leggi non valgono. Schifo totale.

La cosa ancor peggiore sarà vedere De Luca vincere in questa maniera e poi assistere ad uno snervante e solito attacco ai giudici che faranno il loro dovere. Ossia sospendere De Luca dalla sua eventuale carica di Presidente.

Dopo anni per ottenere una legge valida per tutti oggi proprio il Pd si macchia di questa pessima figura. Non ci siamo per nulla. Si pensava che gli unti del signore fossero finiti ma al peggio non c’è mai fine. De Luca santo subito. Per carità.