“Lo abbiamo amato da vivo, forse meno di quello che si sarebbe meritato”. Rossella Bianchi è la presidentessa di Princese, associazione, fortemente voluta e aiutata da don Andrea Gallo, delle transgender che animano la zona dietro via del Campo a Genova. Le Princese, con altre centinaia di genovesi, si sono date appuntamento in piazza per commemorare il secondo anniversario della morte del prete di strada. Alla serata hanno partecipato Moni Ovadia e Ricky Tognazzi, ma anche e soprattutto i ragazzi della Comunità San Benedetto al Porto, che il Gallo guidò fino a due anni fa. In prima fila, come sempre, la “Lilli”, la perpetua del prete di strada che con lui condivise oltre trent’anni di lotte. “Va tutto bene” ripete la Lilli, ma lontano dalle telecamere che “devono prendere gli altri”, gli ultimi  di Cosimo Caridi