Twin Peaks, ufficiale la terza stagione: dopo l’addio annunciato ad aprile, David Lynch trova l’accordo economico con Showtime e via social fa retromarcia: a venticinque anni dall’ultima puntata, ci saranno nuovi episodi della celebre serie che ci ha svelato l’assassino di Laura Palmer. “Cari amici, i rumors non sono quello che sembrano: sta succedendo di nuovo”, l’annuncio del sessantanovenne regista americano, che ha ripreso una delle tante frasi cult della serie, ossia i gufi non sono quello che sembrano.

Annunciato lo scorso ottobre da Showtime che aveva programmato per il 2016 il debutto di nove nuovi episodi sceneggiati da Lynch insieme a Mark Frost, il sequel di Twin Peaks si era arenato qualche settimana fa, dopo che il regista e co-creatore della serie aveva rivelato di non aver trovato l’accordo economico per produrre i nuovi episodi. “Rinuncio – aveva scritto allora – perché non mi è stato accordato il budget per il progetto che ho in mente: ho già cominciato a chiamare gli attori per spiegare le mie ragioni, anche se Showtime potrebbe comunque portare avanti il progetto”.

All’epoca era seguita la “rivolta social” degli storici protagonisti: contrariamente a Kyle ‘Dale Cooper’ MacLachlan, molti di questi, pur dando l’appoggio al revival della serie, non avevano e non hanno ancora firmato un contratto e avevano potuto esprimere la loro contrarietà con una campagna social via facebook lanciata dal video ‘Twin Peaks senza David Lynch è come…’ con cui Mädchen E. Amick aveva mobilitato fan e colleghi.

Dal canto la rete cable americana aveva tenuto i toni bassi e continuano le trattative, culminate a giusta conclusione lo scorso weekend: Showtime e Lynch hanno trovato l’accordo e gli episodi di Twin Peaks saranno più dei nove previsti. “Ne è valsa la pena aspettare un po’ di più, ma quella tazza di caffè dannatamente buono – ha detto il presidente Showtime David Nevins – sarà ancora più capiente di quanto ci aspettassimo”.

A questo punto gli unici misteri sulla terza stagione di Twin Peaks – già entrata in pre-produzione – sono il numero degli episodi, la data di debutto e il mistero attorno al quale ruoterà la trama: ad oggi, si sa solo che ci sarà un grande mistero centrale e che parte delle storyline saranno ambientate proprio nell’iconica cittadina già al centro della serie originale.