“Il cantiere dell’Alta velocità di Chiomonte in Val di Susa non deve essere preso d’assalto. Non è il Palazzo d’Inverno attaccato dall’Armata rossa. Quel cantiere cadrà, come è caduta Gerico: sotto un coro di voci che ne abbatterono le mura ”. Questa mattina Erri De Luca è stato interrogato nel processo che lo vede imputato per istigazione a delinquere. Lo scrittore partenopeo è accusato dalla Procura di Torino, e dalla Ltf (Lyon Turin Ferroviarie), di aver istigato al sabotaggio con una sua intervista rilasciata lo scorso anno a favore del movimento NoTav. “La parte civile mi vuole in carcere e io mi difendo”, ha scherzato De Luca commentando il fitto scambio di battute avvenuto in aula  di Cosimo Caridi