A metà tra il racconto e la barzelletta, Silvio Berlusconi (Fi) ricostruisce il periodo svolto ai servizi sociali alla Sacra Famiglia di Cesano Boscone (concluso due mesi fa) alla cena elettorale a sostegno del candidato sindaco di Forza Italia a Lecco, Alberto Negrini. L’ex Cavaliere racconta: “Ho imboccato una signora come la tecnica che si usa per i bambini. Ho cominciato a dire ‘è in arrivo un cucchiaio carico di un buonissimo puré’“. Poi aggiunge: “Pettino la signora e le dò due baci sulle guance”. L’ex Cav imita inoltre la voce di un signore che l’avrebbe avvicinato per dirgli: “Presidente, ho sempre votato comunista e sono anche juventino. Ma avendo visto l’umiltà con cui fa questa cosa (i servizi sociali, ndr) da qui in avanti voto Forza Italia e se qualcuno mi parla male di Berlusconi, gli spacco la faccia. Ma col suo permesso, resto juventino”. La platea applaude e Berlusconi chiosa: “Gli dico ‘per favore, non lo dica fuori, perché sennò vedo già il titolo del Fatto ‘Anche ai servizi sociali Berlusconi fa politica’”  di Francesca Martelli