Fare una startup in Italia per un giovane che ha una buona idea non è sempre facile, a causa di scarsi investimenti e poco supporto. Così l’estero diventa una meta sempre più attraente. “Lo stato di questo settore però – sottolinea Enrico Gasperini, fondatore e presidente di Digital Magics – è effervescente. Tuttavia è un mercato ancora all’inizio: abbiamo investimenti in questo settore che sono un decimo rispetto a quella che è la media degli altri Paesi europei rispetto al nostro Pil, ma al contempo abbiamo un consumo di digitale che cresce più degli altri”. In questo contesto, l’incubatore Digital Magics, in alleanza con il network di campus di innovazione Talent Garden e Tamburi investment partner ha dato vita al progetto ‘Digital Made in Italy‘, con lo scopo di realizzare il più grande innovation hub nel nostro Paese. “Si tratta di una filiera – spiega Gasperini – in grado di irrobustire l’intero sistema di innovazione italiana andando a operare in ogni Regione. Aiuterà centinaia di imprenditori italiani a crescere aiutandoli nelle fasi di sviluppo, di quotazione e di uscita sui mercati internazionali. Pensiamo – conclude il presidente di Digital Magics – che così le probabilità di un’impresa italiana di poter rimanere qui e di avere qui gli strumenti, i supporti necessari sia di natura tecnologica che commerciali e finanziari, aumentino e favoriscano la robustezza dell’intero ecosistema dell’innovazione italiana”  di Chiara Carbone