“Io parlo con chiunque, ma se parlo con un tassista lui mi dà una visione più completa del Paese rispetto a tutti questi specialisti, cattedratici, laureati alla Bocconi che non ne hanno azzeccata una e non hanno l’umiltà di ammettere i propri errori”. Così Beppe Grillo all’Hotel Forum di Roma risponde alle domande su un possibile dialogo con la minoranza dem sul reddito di cittadinanza. “C’è livore tra noi e loro – continua – Non accetteranno mai che un comico possa dare una diagnosi economica più giusta, come non accettano il fatto che noi siamo persone perbene, dietro devono vedere sempre qualcosa, ce l’hanno nel dna”. Infine le stoccata per il presidente del Consiglio: “Il reddito di cittadinanza è follia per Matteo Renzi? E’ normale questo governo che titola aboliamo le province ma restano, aboliamo i vitalizi e non è vero, questa gente non è credibile, l’ho detto il primo giorno quando l’ho visto in faccia, tu sei uno che mente con il sorriso, la gente comincia a capire che stiamo facendo una rivoluzione, mettendo persone oneste dove non ci sono mai state”  di Irene Buscemi