Spari nella notte nel cantone svizzero Argovia, precisamente a Wurenlingen, a nord ovest di Zurigo. I morti, secondo i media locali, sono almeno cinque. Secondo l’agenzia di stampa Ats, l’autore della sparatoria è un uomo di 36 anni, separato, con precedenti penali. Avrebbe ucciso i suoceri di 58 e 57 anni, un cognato di 32 anni e una quarta persona, un 46enne non ancora identificato. Poi si è suicidato. Si tratterebbe di un delitto passionale. Il capo della polizia criminale Markus Gisin ha sottolineato che l’omicida aveva tre bambini, affidati alla madre dopo la separazione.

La polizia è intervenuta sulla scena del crimine a seguito della segnalazione dei residenti della zona, che hanno sentito gli spari intorno alle 23. Le forze dell’ordine hanno trovato alcuni corpi fuori da un edificio, altri all’interno. La pista del terrorismo è stata scartata quasi subito.

Wurenlingen è già stato teatro di un grave fatto di sangue. Il 13 dicembre del 1985 un agente immobiliare 33enne aveva ucciso l’amante della sua compagna e due prostitute. Il crimine si era svolto a poche centinaia di metri da quello odierno. L’autore era stato condannato a 20 anni di prigione.