Radmila Kus è una signora croata abile nel lavorare a maglia. Qualche anno fa iniziò a creare pantofole di lana per i turisti. Successivamente le venne un’idea geniale che pare l’abbia fatta diventare molto ricca.

L’imprenditrice ha inventato un involucro di maglia per scaldare il pene. Prima di lanciarlo sul mercato l’ha venduto e testato: i pastori del luogo l’hanno acquistato per proteggere il loro “gioiello” dal gelo e dagli antipatici effetti delle lunghe passeggiate a cavallo.

Questo storia imprenditoriale mi ha fatto venire in mente un particolare tipo di slip in pizzo da uomo, che avevo notato alla Fiera Internazionale della Lingerie di Parigi ossia il C string.

La curiosità mi ha spinto oltre ed ho trovato un sito di abbigliamento di intimo da uomo. L’aspetto singolare è che non tratta di mutande o canottiere tradizionali. L’azienda è australiana, il sito web è ben fatto e curato, la consegna degli articoli è discreta.

Ma la cosa cosa che colpisce è proprio la lingerie: reggiseni in pizzo, reggicalze, body, perizomi, mutandine vezzose. Solo ed esclusivamente per uomini. La qualità è ottima così come la vestibilità.

Come potete vedere sul sito la scelta è vasta. Colpisce la sezione dedicata ai reggiseni.

Sarebbe divertente filmare alla Nanni Loy le facce delle signorine che, invitate nel pied-à- terre dopo una cena galante, si ritrovano a togliere la cravatta, slacciare la camicia e anziché palpare un torace irsuto trovarsi una coppa B in seta e pizzo. La domanda ovviamente nasce spontanea: chi oserebbe indossare questi capi?

Ed Wood?

Sul sito si legge: “We provide our lingerie for guys. We are not concerned if you are gay, straight, vegetarian, republican, anglican, martian or any other persuasion. We just design and manufacture attractive luxury underwear for men”.

A prescindere, per riaccendere il desiderio divertendosi, la trovo un’idea spiritosa e sicuramente sorprendente. E se il vostro uomo ha i baffi o la barba e si aggiunge un tocco di rossetto, l’effetto può essere ancor più eccitante. O no?

Potete seguirmi anche sul mio sito