La presidente della Camera, Laura Boldrini, è l’ipocrisia fatta donna. E’ un deputato di Sel, che riveste oggi una carica che dovrebbe essere totalmente imparziale e da due anni porta avanti il suo mandato in maniera assolutamente inadatta e inadeguata”. E’ la sferzante critica mossa dalla senatrice del Movimento 5 Stelle, Paola Taverna, ospite di “Ecg Regione Lazio”, su Radio Cusano Campus. “E’ una bugia quella dell’abolizione di vitalizi ai condannati per reati gravi” – continua – “Chi perderà il vitalizio saranno in tutto 3 o 4 persone e quando saranno riabilitate, perché il vitalizio è sospeso e non abolito, lo avranno di nuovo. Il governo sta mentendo, vende per cosa fatta una cosa che invece è peggiorata. Fanno ridere i polli. Ma io gli italiani che dicono a questi ‘bravi, bravi, perché hanno abolito i vitalizi’ li vorrei incontrare per strada e sapere dove vivono. Se vivono in Italia e a contatto con la realtà, o si sono drogati tutti quanti oppure non lo so”. La parlamentare si pronuncia anche su Fedez: “Non ha assolutamente incitato, né difeso quei 400 buffoni che hanno messo a soqquadro Milano. Ed è stato linciato perché purtroppo siamo in una dittatura e quella che ha attaccato Fedez è stampa di regime, che, se dici una cosa che non quadra col progetto del nuovo ducetto del caso, ti massacra. Questo è successo a Fedez, a J-Ax, a Beppe (Grillo, ndr), a noi tutti i giorni” di Gisella Ruccia