“C’è tutto uno spazio da narrare e spiegare”. Inizia così la testimonianza in inglese dell’astronauta Luca Parmitano all’Expo di Milano. Dopo il collegamento con Samantha Cristoforetti dallo spazio, Parmitano dice a ilfattoquotidiano.it: “Subito dopo il rientro dallo spazio dedicavo molto tempo a racoontare quello che avevo fatto. Ora continuo soprattutto attraverso i social network e andando nelle scuole ogni volta che sono in Italia”. E sulle riflessioni esistenziali elaborate nei sei mesi passati in orbita dice: “E’ un istinto molto umano alzare gli occhi al cielo e cercare la divinità, ma secondo me è più facile trovarlo guardando all’interno, nell’infinitamente piccolo”  di Francesca Martelli