Bagarre durante “Quinta Colonna”, il talk show di approfondimento politico condotto da Paolo Del Debbio su Rete4. La polemica si infiamma quando interviene in studio un rom sgomberato dal campo nomadi di Castel Romano, allontanamento disposto dall’assessorato capitolino alle politiche sociali per 60 persone dopo che sono stati scoperti conti bancari tra i 26mila e i 127mila euro. L’uomo rivendica il suo diritto di restare in quel campo rom, nonostante il ricorso presentato da lui assieme ad altre famiglie sia stato respinto. “Io ho 35 anni di lavoro in Italia” – dichiara – “sono venuto qui come profugo a seguito della guerra in Bosnia”. “Lei dice balle” – insorge la deputata di Forza Italia, Daniela Santanchè – “quella guerra è iniziata nel 2001, come ha fatto a lavorare in Italia 35 anni?”. Lo scontro si arroventa ulteriormente quando, in collegamento da Pomezia, prende la parola un ragazzo di 21 anni: “A noi giovani levate casa e non date lavoro, poi entrate in quel campo rom, vi hanno detto in faccia che spacciano e rubano e li invitate in televisione. E questi chiedono pure casa. Vengono a rubare nei negozi e nelle nostre case”. Il rom ribatte: “Pure voi rubate tra di voi e non è vero quello che dici. Chiedete ai cittadini di Pomezia se hanno mai avuto problemi con i rom. Mai”. “Come no, aoh?” – si infuria il ragazzo – “Qua i rom vengono a rubare tutti i giorni. C’hai pure un BMW 320”. “Si vede che persona sei” – replica il bosniaco – “io non ho nessuna Bmw, anche a me gli zingari hanno bruciato la macchina. Questo ragazzo mi sembra un po’ malato e strano, non è normale. O forse non vedo bene”. “Come si permette?” – si inalbera Daniela Santanchè – “A me sembra invece strano lei. Quel giovane mi sembra normale, dice delle cose sacrosante. “Eddaje” – commenta il ragazzo, mentre applaude la parlamentare – “Vattene al Paese tuo, vai a rubare lì la prossima volta” di Gisella Ruccia