La voce della Boschi è quella di un navigatore satellitare: ‘Gira a destra verso le riforme, gira a sinistra verso la dittatura’”. Così, su assist di un radioascoltatore, la deputata del Movimento 5 stelle Roberta Lombardi imita il ministro delle Riforme, Maria Elena Boschi, a seguito della sua ‘autointervista’ sull’Italicum. Ospite di “Ecg Regione Lazio”, su Radio Cusano Campus, la parlamentare accetta di sottoporsi a un gioco proposto dai conduttori Roberto Arduini e Andrea Di Ciancio: una sorta di vis-à-vis immaginario con il ministro, a cui la Lombardi replica punto per punto. La prima frase stroncata dalla deputata pentastellata è quella per cui con l’Italicum “il governo ha mantenuto l’impegno coi cittadini”. “Da cittadina ero proprio preoccupatissima per la legge elettorale” – afferma ironicamente la Lombardi – “ma forse da cittadina penso più al mio diritto del lavoro che è stato smantellato e a un’economia che non parte, quindi posti di lavoro che non vengono creati, come è stato certificato anche dall’Istat”. Dure critiche anche sulle altre dichiarazioni della Boschi: “Il vero problema non è chi vince, ma quale progetto ha in testa chi vince. Questa legge elettorale è il simbolo di un governo dittatoriale e l’Italicum va nella direzione della dittatura della maggioranza relativa” di Gisella Ruccia