La Regione Emilia-Romagna verso la risoluzione del contratto con Cpl Concordia per la realizzazione della business continuity del Centro elaborazione dati della Regione in viale della Fiera a Bologna. L’ha detto, rispondendo a un’interrogazione della Lega Nord, l’assessore al Bilancio, Emma Petitti. La decisione è stata presa dopo la cancellazione da parte della prefettura di Modena della Coop dalla white list antimafia in seguito alle indagini napoletane sull’assegnazione degli appalti che hanno coinvolto i vertici dell’impresa.

La Regione, ha spiegato l’assessore, “darà corso a quanto previsto dal contratto in essere con Cpl Concordia” di conseguenza, “dal momento che la Prefettura competente ha comunicato che la società è stata cancellata dalla White List, attiverà le procedure per la risoluzione dello stesso, fatte salve eventuali decisioni delle competenti autorità esterne di vigilanza sugli appalti”. Stefano Bargi (Lega Nord), nella sua interrogazione, chiedeva appunto di “sospendere il rapporto di affidamento” fino a quando non verrà verificato e confermato dalla Prefettura il rinnovo dei requisiti della stessa Cpl per l’iscrizione nella White List antimafia.