Piazza del Duomo vestita a festa per l’inaugurazione dell’Esposizione universale e il concerto di apertura diventa l’occasione per le passerelle dei politici, anche quelli finiti nel dimenticatoio travolti da inchieste giudiziarie o flop elettorali. Come l’ex governatore lombardo Roberto Formigoni: “I ritardi sono solo un’invenzione dei giornali”. O Letizia Moratti, ex sindaco della città, che viene difesa dal Celeste: “Eventuali problemi? Fate voi i conti. La Moratti ha governato per un anno e mezzo, Giuliano Pisapia per quattro”. Non si scompone il primo cittadino che preferisce soffermarsi sulla grande occasione rappresentata da Expo: “Porta Milano al centro del mondo”. Presenti anche il direttore della comunicazione di The Coca Cola Italia, Vittorio Cino, che ha spiegato come anche la multinazionale per la quale lavora può arricchire il dibattito sulla nutrizione ed Enrico Bertolino, che, dopo aver fatto l’imitazione del premier, ha detto di sperare che non promettesse niente: “Io mi tocco i maroni quando dice così, perché stai sereno a me non mi convince per niente”  di Mario Catania