“Blitz e perquisizioni sono la prova che il sistema di prevenzione funziona, non ci sono paesi a rischio zero, abbiamo fatto tanto”. Così Angelino Alfano (Ncd) commenta le operazioni della Digos alla vigilia dell’inaugurazione dell’Expo a Milano. “Con questo è chiaro che lo Stato è più forte di chi vuole contrastare le sue regole”, aggiunge il ministro che si smarca dalla domanda sul rischio di un nuovo G8 per quanto riguarda la manifestazione No Expo annunciata il primo maggio. “Stiamo facendo di tutto perché questa manifestazione importante per il nostro Paese sia il segno del successo e dell’efficienza dell’Italia, lavoriamo con la massima attenzione e il massimo impegno per ottenere risultati”, afferma invece il capo della polizia Alssenadro Pansa. Oltre alla manifestazione, su internet aleggia la minaccia dell’Isis di colpire obiettivi tra Roma e Milano, tra cui l’Expo. “Ma siete sicuri che il messaggio provenga da questa organizzazione? I pericoli sono tantissimi, come i rischi di questa manifestazione, è una vetrina mondiale che tutti possono provare ad utilizzare, ma il meccanismo realizzato ci rende molto tranquilli e sereni, tutto si svolgerà al meglio”, assicura Pansa  di Irene Buscemi