Renzi sta giocando con la democrazia del Paese, non con un pezzo del Pd. E’ una partita che riguarda la democrazia del Paese”. Stefano Fassina commenta così l’ultimatum annunciato dal premier (“o passa l’Italicum o governo a casa”). Ma se sono vere le preoccupazioni degli esponenti delle minoranze del Partito democratico (“ regressione della democrazia e cittadini sempre meno protagonisti”) perché alla fine il dissenso sarà limitato alla non partecipazione al voto, come ha annunciato lo stesso Fassina? “Per un parlamentare è una scelta pesante, tanto più se questa viene fatta quando il governo mette la fiducia. Non so quanti dei miei colleghi del Pd se la sentono di non votare la fiducia al governo a guida Pd”   di Manolo Lanaro