Un autobus della linea extraurbana è andato a sbattere contro un muro ad Ancona, in via XXIX settembre. Venti persone sono rimaste ferite, di cui sette in modo serio, ma la loro vita non sarebbe in pericolo. Tra di loro anche un bambino di due anni che è stato trasportato all’ospedale pediatrico Salesi. 

L’incidente è avvenuto poco dopo le 9 di lunedì 18 aprile nei pressi della sede della Banca d’Italia ad Ancona. Sul posto sono giunte otto ambulanze oltre alla polizia municipale e ai vigili del fuoco. Secondo le prime ricostruzioni, pare che l’autista sia stato costretto a frenare bruscamente a causa di una manovra della vettura che lo precedeva – una Fiat Punto guidata da una giovane di 24 anni – e abbia perso il controllo del mezzo sul fondo stradale scivoloso per la pioggia. In quel momento il marciapiede era libero da pedoni. L’autobus, della linea C, proveniva da Castelferretti.

Conerobus, la società per la mobilità intercomunale che gestisce la linea extraurbana, ha aperto un’inchiesta interna sull’incidente. Muzio Papaveri, presidente di Conerobus, ha dichiarato: “A pochissime ore dall’accaduto ancora stiamo raccogliendo informazioni, quindi è presto per dire qual è la dinamica. In ogni caso, della vicenda si occuperà anche la commissione provinciale”.