“Almeno 16mila persone sono a rischio, vogliamo delle visite gratuite per gli studenti”. Palazzo Nuovo, sede delle facoltà umanistiche dell’Università di Torino, è chiuso da una settimana. La presenza di amianto nell’ateneo era già stata provata nel novembre 2012, quando in un’indagine del pm Raffaele Guariniello, che segue anche i processi Eternit, erano state evidenziate due morti per mesotelioma tra chi aveva lavorato a Palazzo Nuovo tra gli anni ’70 e ’80. Oggi gli studenti non hanno accesso all’edificio e per protestare e chiedere chiarezza una centinaio di loro, sotto la pioggia battente, ha organizzato un flash mob: tutti in silenzio, con tanto di mascherine sulla bocca, davanti all’ateneo per 5 minuti   di Cosimo Caridi