Il forte terremoto registrato in Nepal, oltre a colpire i vicini Stati dell’India e il Bangladesh, ha provocato una valanga sul monte Everest che, riferiscono le agenzie, avrebbe provocato diciotto morti tra gli alpinisti. A riferire della valanga sono stati proprio alcuni scalatori. Il romeno Alex Gavan, su Twitter ha scritto che c’è stata “un’enorme valanga” e che “molte, molte” persone erano in cima. “Forte terremoto nel campo base dell’Everest, poi enorme valanga”, ha scritto. “Sto correndo via dalla mia tenda per la vita”, aveva aggiunto. Oltre gli otto morti accertati sull’Everest, la valanga ha provocato anche 30 feriti e si è abbattuta tra la parete ghiacciata di Khumbu e il campo base dove vengono organizzate la maggior parte delle spedizioni. Lo ha riferito la guida alpina Ang Tshering, dell’associazione nepalese degli alpinisti. I dettagli sono ancora poco chiari in quanto le comunicazioni tra il campo base e la regione dell’Everest sono ad intermittenza. Nel video la testimonianza dello scalatore Arjun Vajpai, che mostra la valanga sulla parete della montagna