“E’ il duemillesimo colpo di Stato che il Movimento 5 Stelle lamenta dall’inizio della legislatura”. Così Maria Elena Boschi, ministro per le Riforme, risponde al blog di Beppe Grillo, sul quale si parla di una situazione al limite del colpo di Stato. “Non ci sono profili di incostituzionalità sulla legge elettorale. Dopo nove anni il Parlamento è in grado di svolgere il proprio lavoro di legislatore”, spiega poi la Boschi, intervenuta a Loro Ciuffenna (Arezzo), per la presentazione del nuovo libro dell’imprenditore e politico Chicco Testa. Il ministro parla anche della possibilità di utilizzare il voto di fiducia sull’Italicum: “E’ un’ipotesi che c’è. Le procedure parlamentari consentono la scelta del governo di mettere la fiducia anche sulla legge elettorale, quindi è uno strumento democratico”. Infine, sul procedere delle riforme, commenta: “Quando è entrato in carica il nostro governo sia la legge elettorale che le riforme costituzionali del governo Letta si erano completamente fermate. Noi abbiamo superato la fase di blocco totale che si era creata”  di Max Brod