“La perdita del lavoro in età avanzata è uno dei problemi più socialmente rilevanti da affrontare. Il reddito minimo per chi ha più di 55 anni e perde il lavoro è un’ipotesi su cui si può lavorare. Prima però bisogna guardare a queste persone e solo dopo si può allargare la platea“. Così il ministro del Lavoro Giuliano Poletti commenta la proposta del presidente dell’Inps Tito Boeri a margine di un convegno organizzato dalla Banca d’Italia a Roma. “Se c’è una idea per dare un sostegno al reddito a chi non ce l’ha, noi siamo favorevoli. Ma servono regole chiare e controlli anche per evitare che diventi un disincentivo a cercare lavoro”   di Annalisa Ausilio