Viviamo in un mondo di incivili ed egoisti. Non è pensabile che ancora nel 2015 possano esserci persone che siano costrette in schiavitù senza alcuna dignità e pietà umana. Non è normale che maree umane siano costrette alla clandestinità e a “viaggi” della morte per sperare in una eventuale nuova vita. E in tutto questo, come molte indagini hanno svelato, tra cui quella di Mafia Capitale, tutto il sistema malato ci mangia e specula sopra.

Stragi continue senza nessuna reale volontà di mettere fine a questa terribile realtà. E allora per quale motivo si permette ancora ai mercenari di utilizzare milioni di persone come fonte di guadagno? La risposta è paurosamente evidente. Troppe connivenze e troppe omissioni. Istituzioni e uomini che hanno forte interesse affinché nulla cambi.

E se l’immigrato rende più della droga, così il boss di mafia capitale diceva al telefono, tutto è comprensibile. Un’organizzazione criminale ormai consolidata che di fatto gestisce e usa povere e disperate persone. E se queste persone vengono sempre e in maniera univoca dirottate in Italia la spiegazione è ancora molto più semplice di quel che sembra. Senza un sistema di corruzione internazionale e capillare queste inondazioni di immigrati non sarebbero possibili ed attuabili.

Dove sono i burocrati dell’Onu, dell’America, dell’Europa e i loro responsabili politici? Davanti a migliaia e migliaia di morti anche le organizzazioni religiose avrebbero dovuto alzare di più la voce e soprattutto fare atti concreti. Dove sono i gesti di reale misericordia umana e religiosa? Le parole sono bellissime anche del mio stimatissimo Papa Francesco.

Però cari miei qui occorrono azioni forti e concrete.

Non possiamo continuare a fare finta di nulla.

Volendo è semplice. Ci giriamo sempre dall’altra parte e ci dimentichiamo di tutto.

Poi arriva il tombino di ghisa di Matteo Salvini e spara le sue quotidiane cazzate sull’immigrazione e tutti felici. Come quella del 14 aprile scorso, in cui Salvini tramite Twitter scrisse: Prenotare vacanze estive?

Una indecenza. Una vergogna per un intero Paese. Questo è il livello politico di certi politicanti. Insomma oltre la speculazione economica su queste povere vittime anche quella demagogica e schifosa della politica. Ed allora quale soluzione? Il primo vero passo sarebbe quello di capire perché e chi ha il vero interesse affinché questa tragedia continui senza sosta. Perché è impensabile che ignoti scafisti possano fare tutto da soli senza protezione politica e istituzionale. Una tristezza infinita. Fratelli e sorelle che perdono la vita perché disperati e in cerca di un po’ di felicità. Ognuno di noi poteva essere uno di loro o potrebbe esserlo. E se non si capirà questo mai potremmo definirci un mondo civile ed evoluto.

E mai e poi mai potremmo definirci veri uomini.