Polemica rovente tra il giornalista Fabrizio Rondolino e il direttore di Radio Padania Alessandro Morelli durante Coffee Break, su La7. Gli animi si scaldano quando Morelli contesta duramente le dichiarazioni di Matteo Renzi sulla tragedia avvenuta al Canale di Sicilia: “Renzi parla di Italia e di italiani, forse perché lui si sente rappresentante degli italiani. Ma non rappresenta nessuno, perché non è stato eletto. Triton e Mare Nostrum sono una scelta assolutamente di parte. Non capisco perché l’Europa, come la Merkel e gli altri governanti europei, debbano rispondere per scelte italiane assolutamente assurde e uniche al mondo“. Rondolino osserva, rivolgendosi alla conduttrice Tiziana Panella: “Non vorrà mica che risponda a questo? Chi è? No, vabbè, ma è gentaglia“. “Gentaglia sarà lei” – ribatte Morelli – “Gli italiani sono piuttosto arrabbiati e ne hanno piene le scatole di vedere in tv queste parole di Renzi, perché un immigrato ci costa circa 35 euro che paga anche lei. Anzi, mi piacerebbe sapere quanti immigrati ha lei a casa“. Il giornalista replica: “Un leghista ci costa ancora di più. Io non ho nessuna intenzione di discutere con questo imbecille”. “Ma chi è questo qua?” – insorge il direttore di Radio Padania – “Come si permette? Me lo sta dicendo davanti a qualche milione di italiani”. “Ma lascia perdere gli italiani” – afferma Rondolino – “manco sai cosa sono. Io capisco che nel vostro analfabetismo, nella vostra ignoranza e nella vostra trivialità non conoscete nemmeno come funziona la Costituzione italiana”. Morelli lo interrompe, ripetendo: “Ma questo da dove viene? Ma la pianti”. Rondolino sbotta, lascia lo studio e precisa: “Io non discuto con questo imbecille