Il programma di Radio 24 non poteva non occuparsi delle polemiche nate dal post choc inneggiante all’intervento della polizia alla Diaz di Genova nel luglio 2001 dell’agente Fabio Tortosa. La notizia della sua sospensione dal servizio non era ancora arrivata, ma Vittorio Angnoletto, ai tempi del G8 portavoce del Genoa social forum, la chiede a gran voce: “Penso che non possa continuare a fare il poliziotto perché deve rispettare e far rispettare le leggi dello Stato e quanto ha dichiarato non e’ consono al suo ruolo”. Poi la discussione si sposta sull’assassinio di Carlo Giuliani avvenuto in piazza Alimonda il 20 luglio 2001 ad opera del carabiniere Mario Placanica. “Carlo era un violento?”, chiede provocatoriamente Giuseppe Cruciani, e Agnoletto non ci sta: “No, si è trovato in una situazione dove c’era un poliziotto che aveva puntato un’arma contro un altro ragazzo (prima ancora che Carlo prendesse l’estintore), quindi Giuliani si stava difendendo da un eventuale pericolo”. “E’ la negazione della realtà”, sentenzia il conduttore  collaborazione di Gianfo Franchi