A poche miglia dal porto di Cervia, rientrando al tramonto, Alberto Fusaroli si è trovato davanti all’enormità di uno squalo elefante di circa otto metri. “Una roba esagerata”, è stato il commento a bordo mentre lo squalo affiancava la barca. E quando si parla di squali elefante le dimensioni contano: dopo lo squalo balena è il pesce più grosso che esista. E come tutti sanno è altrettanto innocuo: si nutre di plancton. Un gigante inoffensivo per l’uomo e per gli altri abitanti del mare