Non so come facciano a dormire Renzi, Alfano e la Boldrini. Io nei loro panni, con le mani sporche di sangue, avrei la coscienza sporca e non riuscirei a dormire“. Così il segretario della Lega, Matteo Salvini, commenta ai microfoni di Radio Padania la tragedia odierna avvenuta al largo delle coste libiche. “Mi domando” – prosegue – “quanti miliardi portino nelle casse dei terroristi le operazione internazionali e la complicità di Renzi e di Alfano. Non so quanti disastri dovranno verificarsi ancora per far capire a questi ipocriti come stanno le cose. Ma finirà, prima o poi, il monopolio delle coscienze dei Renzi, Alfano e Boldrini”. E rincara: “Quando quel fenomeno di Renzi parla di ‘tesoretto’, mi girano le balle, perché l’anno scorso è stato bruciato per pagare colazione, vitto e alloggio ai clandestini”. Salvini attacca con parole sferzanti il ministro del Lavoro Poletti e il titolare del dicastero dell’Economia: “Questo è un governo di matti e incompetenti. Il mago Otelma sarebbe più attendibile di Padoan”. Poi annuncia il blocco dei lavori parlamentari, se i soldi del tesoretto non vengono destinati alle ‘vittime della legge Fornero’ e sottolinea: “In queste condizioni evadere è assolutamente comprensibile, è legittima difesa”. E’ definito sarcasticamente “fenomeno” anche il presidente degli Usa, Barack Obama: “E’ un personaggio pericoloso per le sue sanzioni contro Putin. E’ una follia. E la sua politica estera è guerrafondaia. Hillary Clinton si candida alla Casa Bianca? Passiamo dalla padella alla brace, anche se è difficile fare peggio di Obama. Comunque, è bene che le nonne facciano e le nonne, è giusto godersi i nipotini”. Il leader del Carroccio annuncia anche una visita negli Stati Uniti: “Putin ha ragione sulle idiote sanzioni contro la Russia, ma, nel mio piccolo e con umiltà, voglio andare negli Usa per ascoltare le loro ragioni” di Gisella Ruccia