Il mondo della moda è considerato da sempre un circolo chiuso. Una élite di cui fanno parte solo pochi eletti e per lo più sempre gli stessi. Questo è solo in parte vero. Ci sono grandi nomi che si ripetono e si rinnovano di anno in anno, ma ci sono anche nuovi volti che si affacciano nel fashion system portando una ventata di freschezza. Tra questi ormai da diversi anni c’è Dries Van Noten, sconosciuto a chi non mastica di moda, ma apprezzatissimo nel settore ormai da diverse stagioni. Al designer belga è dedicata la mostra «Inspirations», che ha inaugurato ad Anversa, la sua città natale, dopo un’accoglienza calorosa lo scorso anno a Parigi.

Nato nel 1958, Van Noten entra a contatto con il mondo della moda da giovanissimo grazie al nonno, che di mestiere faceva il sarto, e al padre, proprietario di un negozio di abbigliamento. Inizia così a respirare l’atmosfera delle sfilate, tra Milano e Parigi. La passione per abiti e tessuti lo porta a diplomartsi, nel 1981, alla Royal Academy of Fine Arts di Anversa. Solo quattro anni dopo deciderà di lanciare il proprio marchio e di portare la sua linea maschile alle sfilate di Londra insieme ad altri cinque stilisti d’avanguardia, gli Antwerp Six – i Sei di Anversa. Il loro stile detterà tendenza per tutti gli anni Novanta.

La carriera di Dries Van Note da questo momento in poi non conosce declino. Anzi. Considerato tra i più visionari tra gli stilisti contemporanei, mescolerà sempre nelle sue collezioni moda e arte, viaggi e mondi fantastici. Attraverso le sue creazioni è possibile spaziare dalla Cina all’India, dal Messico all’Africa, così come ritrovarsi in una tela di Francis Bacon o in un quadro di Picasso. Da qui prende vita «Inspirations», più che una retrospettiva un percorso all’interno dell’animo, delle emozioni e dell’universo personale dello stilista. La mostra si ripropone di rivelare al visitatore la singolarità del processo creativo di Van Noten attraverso le sue innumerevoli fonti di ispirazione. Così, ecco che ogni abito è affiancato da dipinti, fotografie, reperti storici, oggetti etnici e film che rappresentano il serbatoio cui il designer ha attinto nel corso degli anni per dar vita alle sue collezioni e definire quelli che sono ormai i tratti distintivi che ne caratterizzano il vocabolario stilistico.

Inspirations – Momu Fashion Museum Antwerp
Nationalestraat 28, BE-2000 Antwerp
Da martedì a domenica dalle 10 alle 18
www.momu.be