Colpi d’arma da fuoco sono stati esplosi nei pressi del Campidoglio, a Washington, e l’edificio è stato chiuso e isolato per precauzione, non permettendo a nessuno di uscire ed entrare nella struttra. L’uomo che ha sparato è stato “neutralizzato”. Secondo i media locali l’autore degli spari si è suicidato sparandosi un colpo. La polizia è impegnata a verificare la natura di un pacco sospetto ritrovato vicino alla sede del Congresso, che pare sia una valigetta che apparteneva all’uomo e che era posizionata accanto al suo corpo. La notizia è stata data da Abc newsNbc news e Fox5, che hanno citato fonti della polizia incaricata della sicurezza alla sede del Congresso, i cui lavori sono attualmente sospesi per la pausa primaverile. La sparatoria è avvenuta sul lato occidentale dell’edificio. Secondo alcune ricostruzioni, che al momento non trovano conferma ufficiale da parte della polizia, l’autore degli spari era un manifestante che portava un cartello con la scritta “Tassare l’1 per cento”.