I grembiulini, i guanti bianchi e i lunghi collari tipici della massoneria ci sono sempre. Ma all’annuale Gran loggia di Rimini, il Gran Maestro Stefano Bisi – 58 anni, eletto nel 2014 dopo 15 anni di governo di Gustavo Raffi – sorprende tutti citando nel discorso che conclude la prima giornata di “lavori rituali“, due cantautori emiliani: Vasco Rossi e Pierangelo Bertoli. Non solo. La canzone Cambiamenti del rocker di Zocca, è stata diffusa dagli altoparlanti come sigla finale dopo il discorso del numero uno del Grande Oriente d’Italia. “Vasco Rossi – ha detto Bisi davanti a migliaia di “fratelli” arrivati da tutta Italia – dice che facile cambiare l’auto, è facile cambiare un vestito, però quello che è più difficile è cambiare noi stessi. Ma se ci riusciamo facciamo la rivoluzione del cuore. Questo cambiare è ciò che noi chiediamo quando da profani bussiamo alla porta del tempio e di là del tempio ci sono uomini che ci accoglieranno come fratelli”. Alla Gran loggia hanno partecipato, come ospiti, il viceministro Riccardo Nencini e Renato Soru, europarlamentare e segretario del Pd sardo. Entrambi i politici hanno dichiarato comunque di non far parte della massoneria di David Marceddu