“Non è che l’importante è sempre vincere. Anche il metodo conta”. Pippo Civati (Pd) replica così al premier Matteo Renzi e al ministro Maria Elena Boschi, che avevano prospettato il ricorso alla fiducia sulla legge elettorale. A Genova per un incontro sulla Costituzione, il deputato del Partito Democratico ha incalzato il governo anche sulla riforma del Senato. “Tutto questo noi abbiamo iniziato a farlo con un noto costituente che si chiama Silvio Berlusconi. Adesso il Nazareno è passato un po’ di moda, ma tutto quello che stiamo votando nasce lì”. Sul futuro della minoranza Dem Civati parla di “progetto politico partito dal basso che non ho ordinato io. Cofferati? Una figura storica della sinistra italiana che è stato banalizzato e ridicolizzato. Mi dispiace che il Pd si renda inconfondibile dalla destra… Pardon, confondibile. È stato un lapsus”  di Lorenzo Tosa