Un gruppo di iscritti e di eletti del Partito democratico di Ercolano (Napoli) ha occupato nella giornata di sabato la sede del partito, in Largo Giardini. L’occupazione è stata decisa come reazione alla decisione della segretaria nazionale, che ha designato come candidato a sindaco, senza l’effettuazione delle primarie, il consigliere comunale Ciro Buonaiuto, dirigente nazionale del Pd. Una scelta che è stata presa dopo che la Dda di Napoli ha  aperto un fascicolo per l’inusuale moltiplicarsi di nuove tessere. “Mentre il segretario locale qui diventa una figura unitaria, in cui si racchiude l’87% del partito – ha dichiarato all’Ansa il segretario del Pd di Ercolano, Antonio Liberti – il segretario Renzi diventa un elemento divisivo. Il Circolo Pd di Ercolano, come prevede lo statuto ha raccolto le adesioni e le ha consegnate alla Federazione di Napoli. Noi siamo nel rispetto delle regole”