“Non sono l’avvocato dei grattacieli”. Renzo Piano, senatore a vita e archistar, ha inaugurato oggi a Torino il grattacielo, che disegnò 10 anni fa, di Intesa-Sanpaolo. I 37 piani e i 166 metri, che diventeranno uffici per 2000 dipendenti della banca più grande d’Italia, sorgono accanto alla stazione di Porta Susa. Entusiasti il sindaco Piero Fassino (Pd) e il governatore Sergio Chiamparino, meno i cittadini. Negli anni diversi comitati hanno contestato la costruzione del grattacielo, il primo della città. L’edificio, costato 500 milioni di euro, avrà un bassissimo impatto ecologico. Le critiche nascono per la crisi demografica cittadina, per l’emergenza casa e per lo sconvolgimento dello skyline torinese, la Mole Antonelliana perde il primato di edificio più alto  di Cosimo Caridi